Reset Password

Ricerca Avanzata
I tuoi risultati di ricerca
21 aprile 2015

Cosa fare in Puglia

Se sei in cerca di qualche consiglio su cosa fare in Puglia, facendo base in Valle d’Itria, sei nel posto giusto!

 

Prima tappa, ovviamente, sarà il centro storico di Ostuni ed a seguire una cena tipica pugliese a Ceglie Messapica

Il nostro tour della Città Bianca, Ostuni, inizia da Piazza Sant’Oronzo, sotto la guglia del Santo Patrono. Da qui entriamo nel centro storico, prendendo la strada che sale su verso la Cattedrale, la costruzione che domina la collina su cui la città vecchia di Ostuni è costruita.

Pausa gelato di fronte alla Cattedrale, o meglio ancora seduti sul muretto con vista panoramica accanto alla famosa porta del Salento, dove scattare una foto che non può mancare nei vostri album social al ritorno dalle vacanze in Puglia.

Per un pasto tipico, pranzo o cena che sia, il nostro consiglio è quello di spostarvi verso il borgo di Ceglie Messapica, rinomato proprio per i suoi percorsi enogastronomici ed i suoi ristoranti tipici ed economici. Così facendo potrete visitare anche uno dei più bei centri storici della Valle d’Itria.

Alberobello, Locorotondo, il centro storico di Cisternino.. e le bombette!

Anche se in pieno agosto il richiamo delle spiagge e delle fresche onde è irresistibile, prendete un giorno di pausa dalla routine del mare per visitare i borghi della Valle d’Itria. In un solo giorno si riescono a visitare i 3 centri storici più caratteristici della zona: i trulli di Alberobello e le città vecchie di Locorotondo e Cisternino.

Iniziamo da Alberobello, destinazione turistica immancabile in ogni viaggio che si rispetti alla scoperta del patrimonio artistico ed architettonico pugliese. Non è necessaria più di qualche ora per visitare il centro storico di Alberobello quindi arrivate presto e andate via in tarda mattinata, diretti a Locorotondo per un pranzo tipico: i ristoranti lì hanno prezzi più bassi.

Il centro storico di Locorotondo somiglia molto a quello di Ostuni, bianco ed adagiato su una collina in posizione panoramica, ma con una peculiarità unica e inaspettata: i tetti spioventi!

Ultima tappa della giornata dedicata ai borghi della Valle d’Itria sarà Cisternino. Qui facciamo un rapido giro nel centro storico per poi dirigerci verso la piazza principale della città vecchia, sotto la torre dell’orologio. Se è già sera vi basterà entrare in uno dei tanti ristoranti della piazza, trovare posto a sedere per una piacevole cena all’aperto, e scegliere le bombette che più preferite.

Polignano e Monopoli, due centri storici affacciati sul mare di Puglia

Il centro storico di Polignano è molto conosciuto, con le sue case a strapiombo sul mare ormai sempre sulle copertine di tutte le riviste che trattano delle vacanze in Puglia; l’ideale è visitare Polignano e la sua famosa spiaggia nei mesi di giugno o settembre, quando fa caldo ma non c’è ancora il boom di turisti tipico del mese di agosto.
Potrà sembrare strano ma uno dei periodi migliori per visitare Polignano sono le vacanze natalizie: il Natale a Polignano, suggestivo ed originale, da alcuni anni è un appuntamento fisso per i pugliesi e i turisti, italiani e stranieri, che non mancano a questo magico appuntamento in un periodo insolito.

Il centro storico di Monopoli è meno conosciuto di quello della vicina Polignano, ma altrettanto affascinante. Il nostro consiglio è quello di visitare entrambi i paesi nello stesso giorno e poi, se alloggiate ad Ostuni o Villanova, di ritorno fermarsi a cena in uno dei tanti ristoranti di pesce sul mare di Savelletri, marina di Fasano.

Allontaniamoci dalla Valle d’Itria per un giorno intero, andiamo al mare alla Baia dei Turchi, poi visitiamo la cava di Bauxite e il centro storico di Otranto

Da Brindisi a Santa Maria di Leuca, sulla costa adriatica della Puglia, la spiaggia più suggestiva è sicuramente la Baia dei Turchi, nell’Oasi Naturale di Laghi Alimini.
Dopo aver parcheggiato si attraversa una fresca pineta e, improvvisamente, ci si ritrova su una scogliera non molto alta e, a destra e sinistra, delle lunghe e strette calette di sabbia bianca. E’ un paesaggio che nemmeno le foto, per quanto ben fatte, riescono a riprodurre. Per me, questa, è sicuramente la spiaggia più bella del Salento.

Nel pomeriggio visitate la cava di Bauxite, e lasciatevi incantare dai suoi colori, prima di raggiungere il centro storico di Otranto. Spesso il castello ospita delle mostre e, se siete fortunati, riuscirete anche ad ammirare delle mostre fotografiche temporanee nei vicoli del centro storico.

Bisogna dedicare almeno mezza giornata alla visita del centro storico di Lecce, ma non perdetevi il tramonto dalla Spiaggia della Purità a Gallipoli

Non è necessario descrivere nei particolari perchè la visita al centro storico di Lecce ed ai suoi monumenti barocchi rappresenti una tappa obbligata per ogni viaggio nel Salento. Quello che invece non tutti sanno è che, dopo una giornata a Lecce, la perfetta conclusione sarà sedersi sulla sabbia della Spiaggia della Purità a Gallipoli e guardare il rosso sole estivo che lentamente si tuffa nel mare fino a scomparire. Magari, se avete ricordato di portare con voi costume e telo da mare, il tramonto lo guarderete direttamente immersi nel cristallino mare del Salento.

Category: Cose da fare

Leave a Reply